BENVENUTI

sul blog del Caffè Letterario La Luna e il Drago

venerdì 1 giugno 2018

Il dialetto nella testimonianza poetica di Agostino Gaudinieri nello studio di Micol e Pierfranco Bruni


 con progetto grafico di Anna Montella

MARIA TERESA ALFONSO

La scuola, soprattutto infanzia e primaria, deve essere promotrice di un’azione educativa che compensi un ambiente familiare carente. I dialetti sono la lingua dei nostri padri ed erroneamente vengono considerati sottoprodotti della lingua italiana, ma hanno invece, le loro radici altrettanto nobili e derivano da popolazioni remote che hanno attraversato il nostro territorio. Spini si fa sostenitore del “bilinguismo naturale“ cioè della parlata locale coniugata con l’apprendimento della lingua ufficiale, considerata come seconda lingua. Una comunità privata della sua lingua genera una cultura sterile.

Il dialetto è una caratterizzazione delle lingue orali che vivono nei territori e diventano una espressione della scrittura proprio lungo i percorsi letterari.
I testi di Agostino Gaudinieri sono un modello di una particolarità linguistica che pone al centro una koinè in cui il dialetto della Calabria si intreccia con le forme dialettali di tutto il Sud. Un Sud che parla una contaminazione quasi "meticciata" in cui il dialogare diventa didattica della conoscenza delle varie parlate. Qui ci troviamo di fronte ad una poesia nella quale l'uso della contaminazione è predominate.

mercoledì 30 maggio 2018

AGOSTINO GAUDINIERI IL COLONNELLO POETA E IL DIALETTO




a cura di Micol e Pierfranco Bruni

Pubblicata  una Cartella dedicata alla poesia dialettale di Agostino Gaudinieri.
La Cartella è stata curata come progettualità grafica da Anna Montella e articolata sul piano scientifico da Micol e Pierfranco Bruni, nell’ambito del Progetto Etnie - Letteratura del Mibact.

La poesia e il dialetto. Un binomio che è espressione di un modello linguistico articolato lungo il cammino dei territori. Il dialetto è una manifestazione di identità e di tradizione. Dopo il  servizio andato in onda su Rai Tre dedicato ad Agostino Gaudinieri
https://www.youtube.com/watch?v=uEHaAx8vDgs&app=desktop

si continua a parlare di Agostino Gaudinieri ma sotto un aspetto particolare, quello del poeta in dialetto di una Calabria contaminata di diversi idiomi.

Pubblicata  una Cartella dedicata alla poesia dialettale di Agostino Gaudinieri.
La Cartella è stata curata come progettualità grafica da Anna Montella e articolata sul piano scientifico da Micol e Pierfranco Bruni, nell’ambito del Progetto Etnie - Letteratura del Mibact.

martedì 29 maggio 2018

Taranto, nei volti e nei versi ti cerco – Frammenti, ritratti in divenire e poesie


Prima esposizione della personale dal titolo : “ Taranto, nei volti e nei versi ti cerco – Frammenti, ritratti in divenire e poesie”
Un percorso della memoria attraverso i ritratti  personalizzati e a volte immaginati dall’artista Florenza  Mongelli  che per  realizzarli si è ispirata alle fonti e alle immagini reperite da testi, internet e ricerche di studiosi.
Questi volti rappresentano il passato e anche la gloria, i successi della nostra Taranto, a volte le sconfitte ma tutti sono identitari e fortemente evocativi e ambiscono a ritrovare un posto più grande nel cuore della città.
L’ inaugurazione della personale si svolgerà mercoledì  6 giugno 2018 all’Ipogeo Gennarini in via Duomo a Taranto Vecchia, sede dell’associazione culturale Nobilissima Taranto fondata dal prof. Nello De Gregorio, che gentilmente ospiterà la mostra, con  ingresso alle 17,30.
Durante la serata verrà presentata l’antologia “Florilegio di Poesie” della casa editrice edit@, all’interno del quale tra le altre sono presenti alcune poesie della pittrice Florenza Mongelli. La presentazione sarà curata da Buono Cesare e dallo scrittore Ottaviano Marinelli, ideatore dell’antologia. Verranno lette alcune delle poesie presenti all’interno del libro da alcuni degli autori.

mercoledì 23 maggio 2018

Premio Magna Grecia a Maria Piccarreta – Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Brindisi, Lecce e Taranto


Importante riconoscimento alla Soprintendenza ai beni culturali di Brindisi, Lecce e Taranto. Nell’ambito del 32° Premio nazionale Troccoli Magna Graecia è stato conferito un riconoscimento speciale - Honoring excellence/Onorare le Eccellenze -  per  Ricerca  Scientifica 2018 a Paola Arcidiacono, calabrese di Cassano all’Ionio (CS), ricercatrice in ambito biomedico nella Queen Mary University di Londra - Blizard Institute, per gli studi sui meccanismi infiammatori che portano allo sviluppo di malattie della pelle e del cancro, e  lo studio di agenti pro-apoptotici nel melanoma umano e lo studio dell'interazione ospite-parassita in malaria. Dottore di ricerca in Dermatologia, Anatomia e Chirurgia Plastica, Paola Arcdiacono ha conseguito, inoltre, la laurea in Scienze Molecolari Biomediche e quella in Biotecnologie. Ha ricevuto ambiti riconoscimenti in Giappone e in Germania.

martedì 22 maggio 2018

Inaugurazione Libreria del Mediterraneo a Palermo

Una strada per l’editoria indipendente e l’integrazione tra le culture del bacino mediterraneo
Giovedì 24 maggio alle ore 18.00 verrà inaugurata nel centro di Palermo la prima Libreria del Mediterraneo, situata in via Principe di Villafranca 48/A.
Non solo un nuovo luogo dove scegliere un libro, ma un vero e proprio piccolo centro culturale, dove leggere, studiare, giocare e conoscere nuove realtà editoriali, nuovi autori ed artisti.
La libreria nasce dall’iniziativa di alcune case editrici indipendenti già facenti parte dell’associazione di editori E.I.M. (Editori Indipendenti del Mediterraneo), quali la Carlo Saladino Editore, Terre Sommerse e Medinova edizioni, e si pone come obiettivo quello di promuovere nuove realtà editoriali indipendenti, libri e progetti letterari e culturali di qualità, fungendo da punto di incontro per i più piccoli così come per i giovani ed i più grandi.
È stato scelto di chiamarla Libreria del Mediterraneo per una ragione di continuità, dunque, proprio con l’E.I.M. e con la strada che l'associazione degli editori indipendenti ha intrapreso, che ha la finalità di sviluppare un insieme di attività culturali di aggregazione che stimolino una dialettica e una riflessione tra le culture che compongono il bacino dell'area Mediterranea.
Alla natura editoriale, questo nuovo progetto si propone di affiancare un programma in grado di aprire una finestra su realtà artistiche e culturali a 360 gradi, ponendo la propria attenzione anche sulle arti visive, su proposte e laboratori creativi per l’infanzia, iniziative legate alla lettura, alla musica e alla valorizzazione del patrimonio del territorio in genere.
La libreria ospiterà dunque piccoli concerti di cantautori e di musicisti, presentazioni di libri, conferenze, laboratori di scrittura creativa e musicale e laboratori creativi per i più piccoli; ma sarà anche un luogo dove prendersi una pausa sorseggiando una tazza di the, un caffè, un bicchiere di vino in un momento ed in uno spazio da cercare e ritagliare per se stessi.
--
Cristiano Furnari
Resp. Ufficio Stampa Terre Sommerse
--
Cell. 3400669312
Mail:
ufficiostampa@terresommerse.it 

1° Festival delle Riforme Culturali, in programma dal 4 al 6 giugno a Guardia Piemontese, isola linguistica occitana in Calabria



1° Festival delle Riforme Culturali, in programma dal 4 al 6 giugno a Guardia Piemontese, isola linguistica occitana in Calabria (Cosenza) e Città della Riforma 

con  l'obiettivo di porre le basi per immaginare Utopie realizzabili e sognare un mondo diverso, culturalmente riformato. Un mondo profondamente, intimamente umano e umanista. Quale luogo migliore di questo paese, perla di un paesaggio davvero straordinario e monumento all’irriducibilità dell’Uomo, in cui si è mantenuto l’uso della lingua occitana nonostante l’eradicazione violenta del valdismo nel XVI secolo e l’interdizione della lingua locale…

Direttore Scientifico 
Giovanni Agresti
Dipartimento di Studi Umanistici
Università degli Studi di Napoli “Federico II”

martedì 15 maggio 2018

CHIESA CATTOLICA E INQUISIZIONE - CONVEGNO INTERNAZIONALE


Leggendo i documenti certi la storia sulla Inquisizione va riscritta: 
lo ha dichiarato Pierfranco Bruni in occasione del
CONVEGNO INTERNAZIONALE su INQUISIZIONE ROMANA - MEMORIA FIDEI IV


Non ci può più affidare alle leggende e alle ‘storielle’ tramandate da una cattiva filmografia sulla Inquisizione. Molti film, a cominciare da ‘Il nome della rosa’, fanno spettacolo e non dicono la verità storica sul racconto di fatti come la stregoneria, l’eresia, la magia”. 

È ciò che ha affermato Pierfranco Bruni relatore al Convegno Internazionale su L’INQUISIZIONE ROMANA E I SUOI ARCHIVI, in corso di svolgimento a Roma sino al 17 maggio prossimo presso la BIBLIOTECA DEL SENATO DELLA REPUBBLICA, in Piazza della Minerva, 3.
Infatti in  occasione dei 20 anni dall’apertura dell’archivio storico della Congregazione per la Dottrina della Fede (ACDF) è stato indetto a Roma il Convegno L’INQUISIZIONE ROMANA E I SUOI ARCHIVI, che si terrà a partire dal 15 fino al 17 maggio 2018 presso la BIBLIOTECA DEL SENATO DELLA REPUBBLICA, in Piazza della Minerva, 3.
Il Convegno è organizzato dalla Congregazione per la Dottrina della Fede, dal SENATO DELLA REPUBBLICA - CAMERA DEI DEPUTATI - CONGREGATIONIS PRO DOCTRINA FIDEI - MUSEO CENTRALE DEL RISORGIMENTO.
Pierfranco Bruni (poeta, scrittore, saggista, direttore MIBACT) relazionerà in merito all’INQUISIZIONE ROMANA NELLA FILMOGRAFIA, TRA CRITICA E SPETTACOLO ponendo l’interessante quesito se la storia dell’Inquisizione nella filmografia cinematografica sia più spettacolarizzazione che critica storica,  filmografia che ha comunque sempre dovuto fare i conti con una letteratura che si incunea nei processi storici.