BENVENUTI

sul blog del Caffè Letterario La Luna e il Drago

martedì 21 giugno 2022

Premio Letterario Assosinderesi Awards II Edizione

Ai nastri di partenza la II edizione del Premio Letterario Assosinderesi Awards, ideato e diretto dal Presidente del Premio Donatella Rampado.

Il concorso prevede la partecipazione di libri editi ed inediti a tema libero per le tre categorie di riferimento: Narrativa, Poesia e Saggistica. Il termine utile per l’invio delle opere è fissato al 30 novembre 2022.

SCARICA IL BANDO 


La kermesse letteraria è promossa dall’Associazione Assosinderesi, la Community - che promuove cultura etica nelle arti e nei mestieri, per sostenere e sviluppare la cultura e il vivere secondo giustizia sia in ambito personale che in ambito professionale, così come dal termine “sinderesi” (dal greco συντήρησις da συντηρέω, verbo che significa "vedere", "osservare", "fissare lo sguardo", quindi anche "esame di sé", ad indicare la naturale capacità morale dell’animo umano in grado di discernere cosa sia bene e cosa sia male).

foto di repertorio I Edizione










Durante la cerimonia di premiazione, oltre alla proclamazione dei vincitori nelle varie categorie, sono previsti Premi dedicati alla carriera e Premi per la responsabilità nella promozione di cultura etica dedicati alle eccellenze che si sono distinte per l’impegno nel promuovere cultura etica, nel volontariato associativo culturale e d’impresa.

venerdì 17 giugno 2022

A ROMA IL NUOVO LIBRO DI PIERFRANCO BRUNI, “ERA BELLA TERESA”

 

A ROMA IL NUOVO LIBRO DI PIERFRANCO BRUNI, “ERA BELLA TERESA” (Nemapress edizioni) nella prestigiosa sede della Unione delle Regioni



“Era bella Teresa” (Nemapress edizioni) è il recente libro (racconto lungo) di Pierfranco Bruni. Vi si racconta la bellezza dell'amore tra la sensualità e il destino.
In prima persona lo scrittore fa riemergere il ricordo di un amore tra slanci d'eros e passioni intellettuali. Come d'uso nella penna di Pierfranco Bruni la prosa è un lungo dialogare poetico con l'idea stessa di donna, la cui femminilità è racchiusa in un nome, Teresa.
Il volumetto è inframmezzato da preziosi ex ergo: René Magritte, Marcel Proust, Gustave Flaubert, Oscar Wilde, Geronimo capo Apache e Giorgio Saviane. La penna lirica dell'autore si concretizza in veri e propri versi che affiorano da una prosa sicuramente evocatrice più che descrittiva.
La prefazione di Adriana Mastrangelo, storica dell'arte di Firenze, impreziosisce il testo sottolineando l'ubicazione di questa epifania amorosa che trova in Roma, la città eterna, la possibilità del reincontro tra l'onirico ed il letterario.
Il libro verrà presentato a Roma in un evento  organizzato dalla FLIP- Free Lance International Press il prossimo 22 giugno alle ore 17,00 presso la prestigiosa sede dell’UnAR, Unione delle Associazioni regionali di Roma e del Lazio, ai Parioli, via Aldrovandi n.16 a Roma.
Dopo i saluti del Presidente della FLIP, il giornalista Virgilio Violo, Neria De Giovanni , direttora editoriale della Nemapress e Presidente dell’Associazione Internazionale dei Critici Letterari,  dialogherà con Piefranco Bruni, vicepresidente del Sindacato Libero Scrittori Italiani e Presidente del Centro Studi e Ricerche Francesco Grisi.

venerdì 3 giugno 2022

Oltre 700 opere in concorso per Il Premio Letterario La Girandola delle Parole

di Anna Montella

I DUE PRESIDENTI
Come per le passate edizioni anche questa quarta edizione del Premio Letterario Internazionale La Girandola delle Parole ha ottenuto grande rilievo mediatico e riscontro partecipativo. 

Oltre settecento le opere pervenute in segreteria dall’Italia e dall’estero la cui valutazione è stata affidata ad una Giuria di qualità, sedici operatori del settore tra i più bei nomi del panorama culturale italiano: Paolo Baldelli; Fabiano Braccini; Fabrizio Bregoli; Nunzio Buono;  Valeriano Casati; Daniela Cecchini; Carmelo Consoli; Ivan Fedeli; Giuseppe Leccardi; Dario Marelli; Marinella Miconi; Adriano Molteni; Anna Montella; Gianluca Regondi; Enrico Sala; Carla Sautto Malfatto.

domenica 29 maggio 2022

"Era bella Teresa" di Pierfranco Bruni martedì 31 maggio a Città che Legge di Castrovillari

Un amore una storia in letteratura e nella vita. Anteprima nazionale del Pierfranco Bruni di "Era bella Teresa" martedì 31 maggio a Città che Legge di Castrovillari 


Miriam Katiaka 


Gli amori che diventano letteratura raccontano il tempo. Un tempo inafferrabile, ma anche indefinibile sul suono di una musica che ha la vibrazione delle corde di una chitarra catalana. Gli amori sono, in letteratura, l'espressione di un canto.
In Pierfranco  Bruni questi percorsi diventano il sillabario di un rimare il senso del lorchiano andaluso che si intreccia nel ritmo, appunto,  catalano il vento della scrittura. In prima nazionale Pierfranco Bruni presenta a Castrovillari (Cs) il suo "Era bella Teresa", edito da Nemapress, con saggio introduttivo di Adriana Mastrangelo.
Un racconto lungo o meglio un romanzo breve, nel quale si recita un amore. L'amore nell'amare. Un amore di giovinezza che continua in tutti gli amori che l'io narrante ha vissuto. Ovvero un amore che trova in Teresa, donna affascinante, la sua giovinezza, in Eleonora la forte contraddizione tra sensualità e contemplazione, in Marika, protagonista di diversi romanzi di Bruni, la passione e la magia, in Colette il senso ritrovato del silenzio nel fisicità. 
Tra Teresa e Marika si inserisce il sogno del cantico dei cantici che sembra centralizzarsi in Eleonora ma che diventano, queste donne - amanti, il misterioso incanto di quella donna orientale e mediterranea per la quale lo scrittore diventa un ladro di profumi nella danza della femminilità araba, che ascolta il suono delle cinque preghiere tra le vie di una Moschea.

martedì 10 maggio 2022

“Fino alla carne viva” la silloge di esordio di Antonino Impellizzeri

 

Fino alla carne viva” è una silloge contenente liriche in rima alternata intrecciate in metrica tipica del sonetto in una continua ricerca stilistica protesa verso le origini; non mancano anche versi liberi così come la presenza di contaminazioni quali haiku e tanka, ne sono esempio “Acedia”, “Invideo” o “Imero”, che meglio si prestano alla lettura istantanea e alla diffusione sui social.

La stesura delle liriche abbraccia un arco di tempo abbastanza lungo, e percorre le vicende della vita che scandiscono e scalfiscono l'anima, viaggi, esperienze in varie parti d’Italia e oltremare, vicende legate al quotidiano, che si condensano in parole da raccontare, in significati profondi celati dietro metafore e similitudini. Lo scritto ora musicale, ora evocativo si presenta nel duplice significato, descrittivo e morale.

La raccolta contiene una mescolanza tematica strutturata in capitoli, che contengono a loro volta, tante poesie quanto è il numero indicante il capitolo.

giovedì 28 aprile 2022

Il Caffè Letterario La Luna e il Drago a "Il Maggio dei Libri 2022"

cliccare  per ingrandire
Negli ambiti della manifestazione Il Maggio dei Libri 2022, contenitore culturale di grande prestigio con un gran numero di eventi variamente dislocati su territorio nazionale, il Caffè Letterario La Luna e il Drago il 10 maggio p.v. alle ore 18,00 nel gruppo social “La Luna e il Drago” manderà in onda la lettura in video della plaquette realizzata per la giornata mondiale della poesia, data recentemente alle stampe, e che ha visto la partecipazione di 122 autori di diverso percorso ed esperienza provenienti da tutta Italia.
Titolo della plaquette “Come una bianconera rondine” da un verso di Sibilla Aleramo, letterata tra le più controverse del ‘900 a cui abbiamo dedicato la copertina. 

Il Caffè LetterarioLa Luna e il Drago, curato da Anna Montella,  ha già partecipato a precedenti edizioni de Il Maggio dei Libri, nel 2016 e nel 2018, con eventi che si sono svolti in loco alla presenza di un pubblico variegato. Per questa edizione 2022 si è pensato,invece, alla lettura in video per consentire la partecipazione ad autori tanto distanti tra loro.

Al progetto-video hanno partecipato 30 autori sui 122 presenti in plaquette. Autori di cui spesso si leggono nomi e versi senza la possibilità di associarvi un volto ed una voce. Una occasione, dunque, per colmare questa lacuna. Gli altri 92 autori in plaquette saranno comunque presenti, citati in coda di video.

cliccare per ingrandire
A seguire in ordine sparso  i nomi degli autori che hanno partecipato al progetto-video. 
Da in alto a sx: 

Alessio Romanini Claudia Zuccarini Loredana Borgna Danila Oppio Gianni Iannantuoni Osvaldo Crotti Oriana Sandrin D'Ascenzi Maria Errico Sualen Riccardi Rosetta Amoroso Rita Iacomino Teresa AnnaRita De Salvatore Rita Minniti Carmela Montella Daniela Pinassi Rossana Pavone Angela Rosauro Carlo Piu Giuseppe Mezzatesta Maria Emanuela Bianchi Mariagnese Ibba Gigliola Ferrari Antonietta Micali Mariaelena Trani Grazia Greco Lucia Alessandrini Sergio Camellini Ma Raja Sandra Ludovici Phyllis Margaret Dyason

giovedì 14 aprile 2022

Al CRAC Puglia Segni di Pace, rassegna di arte contemporanea

 

Al CRAC Puglia

Segni di Pace, una rassegna di arte contemporanea con 24 affermati artisti di caratura nazionale e internazionale

CRAC Puglia | Centro Ricerca Arte Contemporanea

SEGNI DI PACE. 24 PRESENZE NELL'ARTE CONTEMPORANEA PER UNA CULTURA DELLA NON VIOLENZA

a cura di Sara Liuzzi

21 aprile – 20 luglio 2022
OPENING: 21 aprile 2022, ore 18.00



Giovedì 21 aprile p.v. al CRAC Puglia (Centro di Ricerca Arte Contemporanea) della Fondazione Rocco Spani Onlus, si terrà l'inaugurazione di un importante e internazionale evento artistico: il progetto-mostra “SEGNI DI PACE. 24 PRESENZE NELL'ARTE CONTEMPORANEA PER UNA CULTURA DELLA NON VIOLENZA”.

Il progetto-mostra è promosso e organizzato dal CRAC Puglia, unitamente all'associazione Ante Litteram, patrocinato da Comune di Taranto, Regione Puglia (Assessorato Cultura, Tutela e Sviluppo Delle Imprese Culturali, Turismo, Sviluppo e Impresa Turistica) e Università degli Studi di Bari "Aldo Moro" e in collaborazione con istituzioni territoriali e nazionali - le associazioni Amica Sofia di Perugia, F@MU (Famiglie al Museo), Comitato per la Qualità della Vita, Amici dei Musei Taranto, Tarenti Cives, Gruppo Taranto e FAI delegazione di Taranto.

Gli avvenimenti di guerra che stanno sconvolgendo in questi giorni il cuore dell'Europa non fanno che avvalorare la necessità di un più diffuso impegno culturale e sociale che abbia l'obiettivo di sostenere una cultura della pace. "I processi umani, economici, etnici e ambientali che si verificano a livello planetario sono gli stessi che accadono nelle nostre città - afferma Annalisa Adamo, presidente di Ante Litteram - e che molto spesso vengono sottovalutati. E' necessario più che mai far vivere la democrazia attraverso i contenuti seri e concreti delle attività culturali, come sostenibilità,cittadinanza attiva e sussidiarietà".