BENVENUTI

sul blog del Caffè Letterario La Luna e il Drago

sabato 17 febbraio 2024

La Storia "ragionata" di Grottaglie in Terra di Puglia nel nuovo libro di Anna Montella

Domenica 25 febbraio 2024 Anna Montella* presenterà al pubblico Paese mio… che stai sulla collina…” il suo nuovo libro sulle vicende storiche di Grottaglie, città del Nord Salento in Terra di Puglia.  

L’incontro/dibattito è previsto a Grottaglie (TA), per le ore 18,30, al civico 45 di via Umberto I (anticamente via Scarpari nel cuore della Giudecca Ebraica) presso la sede di Grott’Art, Associazione di promozione turistica. Interviene il prefatore del volume, lo Scrittore e Storico Giuseppe Stea. Introduce Maria De Marco, Presidente Grott’Art.

 ...tra intrighi e delitti, manoscritti e quesiti irrisolti, antiche strade e chiese del 1600, poeti santi e briganti, angherie esodi rivoluzioni e scomuniche... l’autrice riporta alla memoria della propria comunità uno "slice of life", ossia uno spaccato di quella che era la realtà di Grottaglie, in Terra di Puglia, nei secoli scorsi con particolare riferimento al XVII secolo, cogliendo, altresì, l’occasione di “ragionare” su alcune ricostruzioni storiche la cui narrazione tradizionale, per quanto radicata nell’immaginario popolare e ricca di suggestioni, non sempre trova riscontro oggettivo nei documenti.

Un progetto di ricerca che va a concludere un percorso iniziato anni fa con la rielaborazione di una Planimetria della Grottaglie del XVII secolo e che matura in una logica di micro-learning, un promettente ambito in tendenza crescente basato sulla creazione di piccole unità di conoscenza focalizzate su uno specifico argomento proponendo, inoltre, come nel caso specifico, una reinterpretazione di spazi già noti.

venerdì 16 febbraio 2024

Parte il Progetto Duse 100 con il coinvolgimento di studiosi e istituzioni sotto la direzione di Pierfranco Bruni

Parte ufficialmente il Progetto  Nazionale dedicato a  Eleonora Duse, nel centenario dalla scomparsa. Con la direzione e il coordinamento di Pierfranco Bruni, presidente del Centro Studi e Ricerche Francesco Grisi e presidente del Comitato Nazionale per Capitale italiana del Libro 2024,  un gruppo di studiosi darà il loro contributo nella realizzazione di un volume, che verrà pubblicato nelle collane della casa editrice Marco Solfanelli, il cui obiettivo è quello di indagare e interpretare, attraverso diverse chiavi di lettura, la vita e l’arte della Divina Eleonora Duse. 

L'obiettivo del progetto è quello di dare vita a una pubblicazione, a dei seminari a un video, a delle presentazioni del volume stesso. Il titolo del progetto come già annunciato ha per titolo UNDULNA.

Sarà un centenario innovativo nell’approfondimento di viaggi letterari ed arte teatrale nella classicità di un Novecento rivoluzionario. I saggisti che faranno parte finora del Progetto sono: Maria Teresa Alfonso, Arianna Angeli, Marilena Cavallo, Neria De Giovanni, Franca De Santis, Tonino Filomena, Rita Fiordalisi, Pasquale Guerra, Francesca Iannotti, Maristella Massari, Roberta Mazzoni, Antonietta Micali,  Annarita Miglietta, Anna Montella, Maria Pia Pagani, Ippolita Patera, Gioia Senesi, Patrizia Tocci, Matilde Tortora, Fulvia Toscano.
Il progetto è coordinato da Pierfranco Bruni. 
Il progetto patrocinato da prestigiosi Enti e Istituzioni vedrà il coinvolgimento di città italiane ed estere e dal momento che l'Italia sarà ospite di molte Fiere  internazionali  del Libro la Duse di Undulna sarà presenta con un incontro in queste manifestazioni internazionali.

martedì 13 febbraio 2024

Capitale italiana del libro, Il parere della Giuria


Capitale italiana del libro, Giuria: “Progetto Taurianova esprime la grande potenzialità di sviluppo e di valorizzazione culturale e sociale del territorio” 


“Il progetto di Taurianova è stato premiato perché rappresenta, per una realtà piccola, la strada di una crescita o addirittura una rinascita attraverso la realizzazione di infrastrutture culturali, materiali, immateriali e valoriali, capaci di irradiare i propri effetti virtuosi anche sul territorio circostante”.

Queste sono le principali motivazioni con cui la Giuria ha proposto, all’unanimità, Taurianova come Capitale italiana del Libro per l’anno 2024.

La Giuria, autonoma e indipendente dal Ministero, presieduta dal professor Pierfranco Bruni, e composta da Incoronata Boccia, Gerardo Casale, Antonella Ferrara Sara Guelmi, ha individuato nel progetto presentato dal Comune della Piana di Gioia Tauro, anche in ragione del contesto storico e geografico, l’occasione per generare un esempio di pedagogia di riscatto culturale, civile e sociale.

“Il 6 febbraio - spiega il presidente Bruni - quindi tre giorni prima delle indiscrezioni apparse sulla stampa, abbiamo tenuto l’ultima riunione della Giuria e abbiamo votato all’unanimità il progetto Taurianova. La scelta è stata fatta in particolare sulla base dell’impatto sociale della proposta progettuale relativa a un territorio che ha una straordinaria necessità di sostegno dal punto di vista culturale. La decisione è stata presa in coerenza con quello che l’UNESCO definisce il valore intrinseco del settore culturale e creativo in termini di coesione sociale, capacità di generare risorse educative, benessere personale e crescita economica”.

Roma, 12 febbraio 2024

Ufficio Stampa e Comunicazione MiC

giovedì 1 febbraio 2024

Gubbio con il Liceo Mazzatinti ospita le conclusioni del Manzoni 150

 

Gubbio con il Liceo Mazzatinti ospita le conclusioni del Manzoni 150 alla presenza delle istituzioni e del coordinatore scientifico Pierfranco Bruni. La scuola per Manzoni 

La scuola ha avuto un ruolo importante nel Progetto Manzoni che ha visto l'interesse e il coinvolgimento della Presidenza della Camera dei Deputati e del Comune di Milano oltre che di numerosi organismi istituzionali. Il Manzoni 150 si chiude a Gubbio proprio con il mondo della scuola. 

Il Liceo Mazzatinti è tra le 5 scuole italiane che hanno aderito al Progetto Scientifico Nazionale “Manzoni 150”, un importante progetto letterario nato per omaggiare il grande scrittore lombardo a 150 anni dalla morte. L'ideatore e coordinatore scientifico di questo progetto è lo studioso Pierfranco Bruni, già candidato al Nobel per la Letteratura nel 2023 e attualmente Presidente della Commissione “Città capitale del Libro 2024” presso il Mic, che ha voluto raccogliere la voce di 33 docenti e studiosi in un volume su Manzoni, dal titolo “Alessandro Manzoni.

mercoledì 25 ottobre 2023

PREMIO AMALIA GUGLIELMINETTI edizione 2023 conferito a Daniela Cecchini

2023 - Negli ambiti del progetto culturale "Caffè Letterario La Luna e il Drago", per la promozione del territorio e del genius loci, curato da Anna Montella, si istituisce ufficialmente il PREMIO AMALIA GUGLIELMINETTI* - per la valorizzazione della figura femminile nel campo delle Arti, delle Lettere e delle Scienze - che, verrà assegnato ogni anno a : "Figure femminili di grande rilievo per il loro versatile operato culturale nel panorama nazionale contemporaneo".

Per questa prima edizione 2023, il riconoscimento viene assegnato a:

DANIELA CECCHINI 


Giornalista freelance, scrittrice, press office, critico letterario  ed operatrice culturale impegnata nel sociale; con trascorsi come modella e testimonial di campagne pubblicitarie per noti marchi, attrice per il piccolo e il grande schermo e per fotoromanzi. Accademica onoraria presso note istituzioni di respiro internazionale, ha ricevuto ambiti riconoscimenti per il contributo alla promozione culturale, alla divulgazione della poesia e per l'impegno profuso nell'ambito giornalistico e sociale attraverso la sua proficua attività umanistica e per aver contribuito a valorizzare la ricerca letteraria, giornalistica, strutturale e creativa.

*AMALIA GUGLIELMINETTI - Scrittrice, giornalista d'avanguardia, brillante poetessa che, attraverso la lettura della sua voce lirica e prosastica, emerge come una donna emancipata, libera, moderna, alla continua ricerca di sé, Amalia Guglielminetti è stata uno dei più clamorosi casi di damnatio memoriae della letteratura novecentesca sprofondata ingiustamente nell'oblio. La sua opera non ha trovato posto nelle antologie scolastiche. Perfino le sue ultime volontà relative alle modalità di sepoltura (una tomba a piramide con l’iscrizione “Essa è pur sempre quella che va sola”) e l’istituzione di un premio letterario a suo nome sono rimaste inascoltate. 

A circa  8o anni dalla sua scomparsa  è il progetto culturale Caffè Letterario La Luna e il Drago, curato da Anna Montella, a "raccogliere il testimone".

mercoledì 18 ottobre 2023

MAS WEEK 2023 “Via Paisiello, una favola blu” nel cuore della Città Vecchia di Taranto

MAS WEEK - FESTIVAL DI ARCHITETTURA, DESIGN E ARTE CONTEMPORANEA - IV Edizione

Comunicato stampa

Il Maestro Giulio De Mitri ha realizzato per la MAS WEEK 2023 “Via Paisiello, una favola blu”, installazione ambientale site specific, laboratorio di rigenerazione urbana, resilienza, creatività artistica e inclusione sociale con la partecipazione di bambini e ragazzi della città vecchia di Taranto.

L’installazione sarà fruibile al pubblico sino al 4 novembre p.v.

Sabato 21 ottobre p.v. alle ore 19.30, nell’ambito della IV edizione della MAS WEEK - Festival di Architettura, Design e Arte contemporanea, avrà luogo in città vecchia (via Paisiello), l'inaugurazione dell'installazione ambientale site specific, realizzata dal maestro Giulio De Mitri e intitolata Via Paisiello: una favola blu, percorso nell'immaginario collettivo tra mare, cielo e poesia. Laboratorio di rigenerazione urbana, resilienza, creatività artistica e inclusione sociale con la partecipazione attiva di bambini e ragazzi, residenti nella città vecchia di Taranto.

La favola blu è una favola moderna narrata da bambini e ragazzi che hanno evocato con significative parole i concetti principe del vivere sociale come: accoglienza, partecipazione, collaborazione, tolleranza, solidarietà, generosità e impegno sociale. Un'angelica farfalla blu simboleggia metaforicamente la vita e, con essa, le scelte, il presente e il futuro, accompagnando così le riflessioni dei ragazzi e l’operatività nata dal laboratorio di didattica e creatività artistica.

venerdì 8 settembre 2023

Accademia Tiberina - In occasione del 210° anno di vita dell'Accademia promuove due bandi a concorso


ANTEPRIMA - In occasione del 210° anno di vita dell'Accademia Tiberina, oltre a tutte le altre attività che finalizzano lo scopo primario dell'Accademia stessa, i Dipartimenti in sinergia tra loro e piena collaborazione, hanno promosso due Bandi a Concorso, intitolati in primis al fondatore G. Belli ed a due Accademici recentemente scomparsi, Francesco Lami e Brunello Gentile.

I due bandi: I° Concorso Internazionale di Arti visive “Dalla Poesia alla Pittura” e I° Concorso Letterario Internazionale saranno scaricabiliin lingua italiana, in spagnolo ed inglese - sul sito web ufficiale www.accademiatiberina.it dell'Accademia a partire dal 15 settembre p.v. 

N.B.Nell'attesa che siano disponibili sul Sito Ufficiale dell'Accademia Tiberina, potrete scaricare i Bandi e la documentazione a loro collegata, a questo link: https://www.francospada.com/bandi-e-concorsi/

Sul sito verranno pubblicate, altresì, notizie periodiche relative ai concorsi e quant’altro gli organizzatori riterranno opportuno far conoscere agli interessati e alla stampa. 

Entrambi i concorsi prevedono la partecipazione gratuita delle Scuole.

Si precisa che per eventuali chiarimenti e/o informazioni è possibile scrivere a: direzioneletteratura@accademiatiberina.it oppure direzionearte@accademiatiberina.it e telefonare al n. cell 3441393795 oppure cell. 3335826222 dalle ore 19:00 alle ore 20:00 

Iscrizioni aperte dal 15 settembre 2023

Le opere dovranno essere inviate entro e non oltre le ore 24:00 del 15 marzo 2024.

La cerimonia di premiazione avverrà il 5 luglio 2024 – Presso la Sala dei Cinquecento in Firenze con inizio alle ore 17,30