BENVENUTI

sul blog del Caffè Letterario La Luna e il Drago

lunedì 14 maggio 2012

MIELE di Franco Vetrano


Scorron lenti sulla pelle i pensieri
come carezza di una calda amante
o come fredda lama di spada.
Quelli felici della donna amata,
dell'amore sono il miele denso
e della vita forza infinita.

2 commenti:

  1. mi perdonerai Franco :-) ma tu sai che a me piace Gigi D'alessio e allora...da quando ho letto il titolo della tua poesia sto a canticchiare la canzone di gigi che si intitola proprio "miele" e così...

    (tutto con musica e cantato :-)
    MIELE che si attacca al cuore
    ma si scioglie al sole quando
    vuoi di più
    MIELE e poi diventa sale... :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franco Vetrano14 maggio 2012 14:43

      E cosa c'è da perdonarti? Se guardi nel mio fotoalbum "Ricordi" troverai un ragazzo capelluto e barbuto che suonava percussioni con gli Oscar Blu. Nel 1977 cantavo "Miele" del Giardino dei Semplici:
      "Miele
      Era il colore
      Dei nostri corpi addormentati
      Sotto il sole
      Sulle tue labbra
      C'era un sapore
      Che non ho scordato mai..."
      Dio, quanti ricordi!!!

      Elimina